Salerno e Cilento
Vuoi soggiornare qui? Inserisci destinazione e data Booking.com

Chi conosce il Cilento sa quanto ricco di storia ma anche di prodotti gastronomici di qualità sia questo territorio. Una delle bontà tipiche del Cilento è di sicuro il carciofo di Paestum, noto anche come “Tondo di Paestum”: si tratta di un carciofo che, con il tempo, si è differenziato da altri tipi di carciofi sino ad assumere proprie caratteristiche, che gli hanno permesso di ottenere il riconoscimento IGP nel 2005.

Il carciofo di Paestum è un ortaggio molto antico, inizialmente coltivato e diffuso nelle aree del Sud Italia e attualmente esportato anche all’estero. Antichi documenti evidenziano che, già al tempo dei Borboni, i carciofi tondi erano presenti nella zona di Eboli e Capaccio; le prime coltivazioni specializzate di carciofo sono state realizzate da agricoltori del Napoletano che impiantarono “carducci” nelle zone adiacenti ai famosi Templi di Paestum.

Zona di produzione del carciofo tondo di Paestum

Già a partire dal 1929, la produzione era ed è concentrata nella Piana del Sele, in provincia di Salerno, precisamente nei comuni di: Agropoli, Albanella, Altavilla Silentina, Battipaglia, Bellizzi, Campagna, Capaccio, Cicerale, Eboli, Giungano, Montecorvino Pugliano, Ogliastro Cilento, Pontecagnano Faiano, Serre. Qui, nel tempo, gli agricoltori hanno affinato una laboriosa tecnica di coltivazione, che consente loro di ottenere il carciofo di Paestum IGP, con le sue tipiche caratteristiche di pregio.

Caratteristiche e proprietà

Le principali caratteristiche di questa varietà sono di sicuro l’aspetto rotondeggiante dei suoi capolini, l’elevata compattezza e l’assenza di spine nelle brattee: tali peculiarità qualitative hanno consacrato la sua fama tra i consumatori e reso questo prodotto molto importante nella dieta mediterranea, Tuttavia, è anche ricercato per la sua precocità: le condizioni climatiche e territoriali del Cilento, infatti, consentono al carciofo di Paestum di essere presente sul mercato prima di ogni altro carciofo di tipo Romanesco, con la sua tipica tenerezza e la caratteristica delicatezza.

Il carciofo di Paestum, inoltre, vanta una miniera di principi attivi e particolari virtù terapeutiche. Contiene pochissime calorie, è molto gustoso e ha molte fibre, oltre a una buona quantità di calcio, fosforo, magnesio, ferro e potassio.

A favorire il consumo di questo ortaggio sono le numerose proprietà benefiche:

  • regola l’appetito;
  • ha un effetto diuretico;
  • previene la stitichezza;
  • è un antinfiammatorio naturale;
  • modula la glicemia ai diabetici;
  • modula i livelli di colesterolo;
  • è disintossicante;
  • stimola il fegato;
  • calma la tosse;
  • purifica il sangue;
  • fortifica il cuore;
  • dissolve i calcoli;
  • funziona come anticellulite e anti-acne, combattendo la formazione di impurità cutanee nelle pelli grasse.

Come utilizzarlo in cucina

Cucina il Carciofo sulla Pietra Lavica Antiaderente. Scopri questo esclusivo set in Pietra Lavica a 113€

Il carciofo di Paestum è molto apprezzato in cucina: esso, infatti, si presta alla preparazione di svariate ricette tipiche cilentane ma anche di piatti innovativi. Diventa protagonista assoluto nei piatti locali quali la pizza con i carciofini, la crema e il pasticcio ai carciofi, la pasta ma anche nelle conserve e negli amari, oltre a tantissime altre preparazioni a base di carciofi. Tutte bontà, queste, molto apprezzate dai turisti che visitano il Cilento.

La sagra del carciofo di Paestum

Ogni anno il carciofo di Paestum è protagonista di una sagra che si tiene a Gromola, borgata del comune di Capaccio Paestum, da fine aprile a inizio maggio.

Questo evento ha contribuito negli anni all’aumento della produzione e degli estimatori del carciofo tondo di Paestum, uno dei prodotti più rinomati dell’ortofrutticola campana. L’organizzazione della manifestazione è curata anche dal Consorzio di Tutela del Carciofo di Paestum IGP, oltre che associazioni e enti locali.

La sagra prevede la realizzazione numerose attività volte alla valorizzazione di questo prodotto, al fine di ottenere importanti risultati in termini di apprezzamento tra i consumatori.