Salerno e Cilento
Vuoi soggiornare qui? Inserisci destinazione e data Booking.com

Oasi WWF di Morigerati

Uno di percorsi trekking sicuramente più affascinanti puoi scoprirlo nell’ Oasi WWF di Morigerati. L’Oasi naturalistica riguarda il tratto di Fiume Bussento fino a valle del paesino di Morigerati. Si tratta di un ambiente fluviale dove la vegetazione assume grande spettacolarità. Sicuramente il punto più affascinante sono le Grotte di Morigerati www.grottedimorigerati.it, dove potrete scoprire un fantastico mondo sotterraneo.

Ma andiamo per ordine,  il tempo di percorrenza di questo percorso è di circa 3h, con poca difficoltà, e si percorre un dislivello di 130 metri.

Si parte paese di Morigerati dopo vi sono le indicazioni per raggiungere lil percorso è l’oasi WWF.

Affondatore di Vallivona

Nei percorsi di trekking in questa zona la vera protagonista è l’acqua e la sua forza capace di creare opera d’arte con le rocce calcaree modellandole nei secoli. Indescrivibile è l’emozione che si prova quando si sale lungo il Vallone dell’Inferno fino alle sorgenti del Bussento o quando si attraversa a piedi muniti di torcia elettrica la galleria scavata nella roccia, per poi giungere alla ‘bocca’ di un enorme inghiottitoio detto “Affondatore di Vallivona”. Un paesaggio praticamente dantesco è quello che si apre alla vista di chi si avventura in queste zone meravigliose.

Il fondo della gola del fiume Bussento offre un habitat suggestivo allo sviluppo di muschi e felci, etra gli alberi di salici ed ontani. A nord-ovest, in posizione dominante sul vallone, si estende una lecceta ben conservata. Sugli altri versanti esposti a nord il leccio è accompagnato dalla roverella, dal frassino e dal carpino, mentre sul versante verso il paese di Sicilì si estende in prevalenza la macchia mediterranea. Il versante a sud-est favorisce piante amanti del clima caldo-arido come l’euforbia arborea, l’ampelodesma e il lentisco. La presenza di molte specie animali, alcune delle quali in via di estinzione, conferma l’importanza di conservare l’ecosistema del fiume Bussento.