Salerno e Cilento
Vuoi soggiornare qui? Inserisci destinazione e data Booking.com

Questo articolo è dedicato a tutti gli amanti del cibo e dei viaggi, a tutti coloro che ogni qualvolta si trovino in un luogo nuovo sentono l’assoluto bisogno di provare le prelibatezze tipiche locali. In modo particolare nelle prossime righe vi parlerò dei pprodotti gastronomicirodotti tipici del Cilento, una delle zone più belle della Campania.

Qui di seguito parleremo delle alici di Menaica, dei ceci di Cicerale, del pane di Rofrano, del fico bianco del Cilento, del carciofo bianco del Tanagro e della Manteca, uno dei cibi più rari del luogo.

È possibile acquistare alcuni di questi fantastici prodotti su
https://www.masilico.com

Alici di Menaica

Per pescare questo tipo di alici, i pescatori, adottano un determinato tipo di pesca che prende proprio il nome di Menaica. Questa tecnica permette di prendere solo alici di qualità, infatti, la rete composta da maglie molto larghe fa si che le alici pescaste siano solo quelle grandi.

La tecnica di pesca qui sopra menzionata nasce al’interno del porto di Pisciotta, comune all’interno del Cilento.

Le alici di Menaica quindi, diventano un prodotto più che eccellente perché, data la posizione, possiedono il sapore della montagna e il mare.

Ceci di Cicerale

Proprio a Cicerale troviamo questa ottima qualità di ceci, dove si pratica un tipo di coltivazione particolare che garantisce ai ceci di Cicerale il gusto e la qualità che assaporiamo a tavola. All’interno delle creme e delle zuppe di legumi sentirete spiccare il gusto deciso di questa qualità di ceci tipica della zona del Cilento.

Cucina sulla Pietra Lavica Antiaderente. Scopri questo esclusivo set in Pietra Lavica a 113€

 

Ciò che caratterizza i ceci di Cecerale è la loro sfumatura color nocciola sopra una doratura unica, che contraddistingue solo questa qualità di ceci.

Pane di Rofrano

In un piccolo borgo del Cilento, a Rofrano, la produzione del pane è ancora del tutto artigianale, e la qualità parte dalla coltivazione del grano. Viene data una notevole importanza ai grani antichi e durante la coltivazione del grano si utilizzano tecniche che molti non usano più, pratiche antiche che danno un gusto più intenso al pane, rendendolo così tipico del Cilento. Grazie a tutto questo nella cultura alimentare di Rofrano il pane è una parte essenziale.

Fico bianco del Cilento

Passando ora alla frutta non possiamo non menzionare il fico bianco del Cilento. Ciò che lo contraddistingue dagli altri fichi è il suo gusto decisamente dolce e la sua consistenza. In tempi antichi il fico bianco veniva definito il cibo dei poveri, ma oggi questo frutto lo troviamo nelle tavole dei ristoranti di tutta Italia, preparato in decine di modi diversi.
Tutt’oggi comunque viene usato dai contadini per spuntini durante il lavoro, ottimo proprio perché è un frutto pieno di zuccheri e proteine, che dà quindi molta energia.

Carciofo bianco del Tanagro e di Capaccio

Sempre nella zona del Cilento dalle parte di Auletta e Pertosa proviene un tipo di carciofo molto raro, quello bianco del Tanagro. Al contrario degli altri, il carciofo bianco di questa zona non possiede nessuna spina e come rivela già il suo nome è di colore bianco. Questo carciofo ha un’altra caratteristica, quella di essere molto tenero anche da crudo, infatti, solitamente si mangia con un filo d’olio senza cuocerlo.
Il carciofo a Capaccio ha la particolarità di avere un sapore che è impossibile imitare, differente rispetto alla media del carciofo in Italia.

Pomodorino Corbarino e giallo di Capaccio

Prodotto principalmente sulle colline Nocerino-Sarnese in provincia di Salerno. Ha un colore rosso intenso e una forma allungata con il sapore agro-dolce.
Il pomodorino giallo di Capaccio ha origini statunitensi e da decenni è in pianta stabile coltivato in campania, precisamente nelle colline della provincia di Salerno.

La Manteca

Non poteva non mancare una specialità che riguardasse anche i latticini, infatti la Manteca, definita anche burrino, ha le sembianze di un caciocavallo ma al suo interno si trova un vero e proprio panetto di burro.
La Manteca è un prodotto abbastanza raro che molti abitanti del Cilento ancora non conoscono, proprio perché non tutti la producono, essendo che per realizzare è necessario duro e faticoso lavoro. Comunque potrete trovarla da diversi produttori di caciocavallo.

Ora che siete venuti a conoscenza di alcune delle tante prelibatezze del Cilento non avete più scuse per non visitare questi luoghi e assaggiarne i cibi tipici. In questi luoghi sono presenti cibi per tutti i gusti e di tutti i tipi, quindi avrete una vasta scelta. In questa bellissima zona della Campania troverete in ogni locale almeno una delle
specialità enogastronomiche che vi ho elencato poco prima, quindi non vi resta che preparare la valigia, lasciare spazio nella pancia e partire per un bellissimo viaggio all’insegna dell’avventura per scoprire i paesini e borghi del Cilento e assaporare, immersi nel suo paesaggio, le specialità culinarie della zona.