Salerno e Cilento
Vuoi soggiornare qui? Inserisci destinazione e data Booking.com

Tre giorni a Salerno: cosa vedere

Salerno: bellezza campana 
Una meta economica e ricca di attrattive da visitare è Salerno, situata nel sud Italia precisamente in Campania.
Salerno è una provincia campana ricca di storia e cultura che affascina chiunque decida di visitala. Essa è la meta perfetta per un fine settimana nel meridione alla scoperta delle tradizioni classiche campane.
Prima dipartire per questa meta si consiglia di organizzare attentamente un itinerario di viaggio che consenta ai turisti di ammirare quanto la città ha da offrire.
Si consiglia di dedicare non più di tre giorni ad un giro turistico del genere, stabilendo “day by day” quali saranno le attrattive da visitare.
Prima di elencare le bellezze presenti in questa provincia campana si consiglia di raccogliere le giuste informazioni riguardo le caratteristiche peculiari del posto.
La principale attrattiva di questa località è la costiera. Salerno è infatti nota per i litorali che la costeggiano e per la natura osservabile in ogni angolo; per questo motivo l’azzurro del mare ed il verde dei prati descrivono al meglio la bellezza di questo posto incantevole.

Itinerario di viaggio 

Primo giorno 
Si consiglia ai turisti di compiere un primo giro tra le attrattive culturali della provincia. La Cattedrale di San Matteo ad esempio è una delle principali attrattive culturali proposte dalla città; essa è una meravigliosa cattedrale situata in Piazza Alfano, al centro della città di Salerno, caratterizzata da stili architettonici romantici e bizantini in grado di incantare chiunque vi si avvicini. Al suo interno vi è il sacro luogo di sepoltura dell’apostolo Matteo e il suo campanile è realizzato in stile arabo-normanno, un vero e proprio vanto per la città.
Dopo aver visitato la cattedrale, si consiglia di passeggiare lungo il Giardino della Minerva. Quest’ultimo è un gigantesco orto botanico situato nel centro della città di Salerno con una storia molto antica. Durante il periodo medievale infatti, veniva utilizzato come giardino in cui passeggiavano gli studenti con i loro studenti a scopi didattici; con il passare degli anni si è trasformato in un luogo da ammirare in cui sono contenute numerose specie botaniche.
Ancora un’altra attrattiva da non perdere a Salerno è il Castello Arechi, una meravigliosa e suggestiva costruzione risalente all’epoca medievale, situata a 300 metri dal mare.
Se si vuole compiere una visita di completa nella città di Salerno andando alla scoperta di numerose bellezze culturali, si consiglia di non perdere la visita all’Acquedotto Medievale, al Complesso Monumentale San Pietro a Corte e alla Scuola Medica Salernitana.

Secondo giorno 
Durante il secondo giorno di permanenza a Salerno ci si potrà dedicare alla visita di alcune delle città più famose della provincia vivendo delle vere e proprie esperienze da turisti.
Pompei, Paestum, Amalfi e Ravello, sono tra le città più suggestive e caratteristiche situate in provincia di Salerno.
Per godere al massimo della loro bellezza si consiglia di raggiungerle durante il periodo primaverile, quando la temperatura è mite e fresca e consente di passeggiare tra le caratteristiche stradine senza essere infastiditi dal caldo eccessivo. Pompei è una delle mete più ambite da tutti i turisti, i quali si accalcano presso i famosissimi Scavi.
Amalfi e Ravello sono due piccole città bomboniera dove ci si potrà perdere tra le stradine caratteristiche che sprigionano aria estiva e positiva. Inoltre in queste località ci si potrà concedere anche una pausa in riva al mare, e se il tempo permette un tuffo tra le acque del mar Tirreno.

Terzo giorno 
L’ultimo giorno a Salerno deve essere necessariamente dedicato alle spiagge e alle belle baie che la provincia campana ha da offrire.
La maggior parte dei turisti non riesce a resiste al richiamo dell’acqua cristallina, e per questo motivo le coste salernitane sono sempre colme di bagnanti, anche nei periodi dell’anno più impensabili.
La Baia degli infreschi è una delle aree marine più suggestive del Cilento; essa è situata nel Parco Nazionale del Cilento e rappresenta un luogo incredibile in cui tuffarsi dopo una lunga giornata.
Un’altra spiaggia mozzafiato è la Spiaggia di Santa Teresa situata a Salerno, la quale si accompagna alla Spiaggia di Conca dei Marini per ugual bellezza.
Un’ultima spiaggia da non perdere prima di andare via è la Spiaggia di Ascea; quest’ultima è popolata e suggestiva e consentirà ai bagnati divertirsi in un luogo affascinante e immerso pienamente nella natura.

Scopri tutte le località presenti su Salerno Cilento